La maggior parte delle persone che hanno perso qualcosa di importante a causa del fallimento di un test antidroga, dimostrerebbero di desiderare di avere una tale opportunità per trovare il modo di superare il test delle urine straziante. So che non è così inquietante per qualcuno che non ha mai fumato marijuana prima. Ma poi, dopo aver letto questo, ti renderai conto che non deve diventare così stressante anche per un fumatore indulgente.

Dopo aver fumato marijuana, il livello di THC aumenta nel sangue. Il THC viene quindi scomposto in una serie di metaboliti, come l’acido carbossilico tetraidrocannabinolo (THC-COOH). Se si prolunga l’uso della marijuana, il THC e i suoi metaboliti possono essere immagazzinati nei loro corpi. In caso di test antidroga, è molto più probabile che questi metaboliti si presentino.

La quantità di marijuana che una persona fuma frequentemente è il fattore centrale che determina l’accumulo di metaboliti del THC all’interno del corpo. Come visto nei nostri ultimi articoli, vengono effettuati numerosi test per rilevare la presenza di THC o dei suoi metaboliti nel corpo. Questi test possono analizzare campioni di urina, capelli, sangue o persino saliva. I test antidroga delle urine per la marijuana sono i più effettuati.

Anche il THC e i suoi metaboliti possono essere immagazzinati a livello di grasso corporeo. Tuttavia, questo è determinato dal livello di tessuto adiposo presente nella composizione del grasso corporeo di una persona. Le persone con meno tessuto adiposo tendono a immagazzinare una percentuale inferiore di THC, mentre quelle con un aumento del grasso corporeo immagazzineranno più THC. Questo è relativo perché quelli con livelli più alti di tessuto adiposo forniscono più spazio di archiviazione per le molecole di THC.

Bene, prima di sottoporti a un test del THC, ci sono diversi modi in cui puoi disintossicare il tuo corpo dalla marijuana. Questi potrebbero includere metodi di disintossicazione naturale, l’uso di adulteranti o il metodo più comune e facile, la diluizione delle urine.

Le tattiche seguenti ti forniranno un modo brillante per determinare se la tua procedura di diluizione delle urine ha avuto successo:

Per prima cosa, dovrai valutare la tua massa corporea magra [LBM]. LBM è fondamentalmente solo un componente della composizione corporea. Puoi calcolare il tuo LBM sottraendo il peso del grasso corporeo dal peso corporeo totale.

Il valore che trovi dal calcolo determinerà la quantità di acqua che dovrai consumare.

Successivamente, ciò che dovrai fare è mescolare un integratore di elettroliti con acqua e bere la soluzione per tre ore. Prendi 4 ml di soluzione elettrolitica per ogni chilo di LBM entro tre ore.

Raccogli un campione delle tue urine e analizzalo per i metaboliti del THC. Un’altra analisi critica che dovrai fare è il test per i livelli di creatinina, che dipendono principalmente dall’età, dal sesso o dalle dimensioni del corpo di una persona. La creatinina è un prodotto di scarto che deriva dalla normale usura dei muscoli del corpo.

È importante utilizzare le strisce reattive giuste per farlo.

I risultati della maggior parte dei test antidroga sono espressi in nanogrammi per millilitro (ng/ml). Il test utilizza il punto di interruzione. Pertanto, qualsiasi risultato al di sopra del cut-off viene determinato positivo e qualsiasi risultato al di sotto del punto ct-off viene determinato negativo.

Il punto principale dell’analisi di questi risultati è stabilire se il livello di concentrazione dei metaboliti del THC si è ridotto. Si consiglia di ripetere il test e analizzare i risultati ogni 3 ore.

Articoli Correlati

Privacy Policy Cookie Policy